RIVISTA DI INFORMAZIONE E CULTURA

Anno XLVIII – n. 2 – Febbraio 2021

Reg. n. 119 17-10-1974 – Tribunale di Teramo – R.O.C. n 5615 del 18-06-2003

 

(quasi)Tutti insieme appassionatamente

(quasi)Tutti insieme appassionatamente

Non credevo che  Matteo Renzi rimanesse tetragono nella determinazione di abbattere il governo Conte due, nato da una sua iniziativa anti Salvini: novello Crono ha mangiato la sua creatura  e ha creato grande scompiglio nel cast parlamentare. La sceneggiatura della legislatura si è scomposta di nuovo,  il produttore Mattarella, che soffre di intolleranza elettorale, si è mosso, ha auspicato un governo ‘ammucchiata’, ha trovato un regista tecnico, Mario Draghi, capace – forse – di concludere il terzo atto di questo dramma parlamentare, terribilmente confusionario, che si consuma sulla pelle degli italiani. Sotto i colpi di Renzi si è frantumata l’alleanza giallorossa, le tessere del puzzle si sono disaggregate per cui: Conte soffocato dalle spire della gestione personale del potere ha dato l’ addio solitario dietro a un tavolinetto allestito nella piazza antistante il palazzo bramato e , invece che cartucella vince e cartucella perde diceva io ci sono , io ci sarò… (buon per lui, a noi non  mancherà nemmeno un po’!) I pentastellati hanno cominciato a perdere le punte, espulsi e dispersi tra i clic di Rousseau, né Grillo...

Non credevo che  Matteo Renzi rimanesse tetragono nella determinazione di abbattere il governo Conte due, nato da una sua iniziativa anti Salvini: novello Crono ha mangiato la sua creatura  e ha creato grande scompiglio nel cast parlamentare. La sceneggiatura della legislatura si è scomposta di nuovo,  il produttore Mattarella, che soffre di intolleranza elettorale, si è mosso, ha auspicato un...

Filtra

Pandemia. Raccogliamo il positivo

la pandemia   rivoluzionando il mondo dell’economia e accendendo i riflettori sui lavori del futuro, li ha spenti su quelli che pian piano entrano nel bagaglio del passato. Chi ha familiarità col digitale e magari ha fiuto nel percepirne l’avanzata,  ha colto l’opportunità di ampliare la propria zona di influenza lavorativa e ha aumentato le entrate. È evidente a tutti che il divario tra ricchi e poveri è cresciuto.

La Libreria umana

La Libreria umana

Sta prendendo piede la “Libreria umana”, un progetto no profit che si propone si favorire la ‘lettura’ delle storie di vite tra mite incontri interpersonali gestiti da negozio-libreria. L’organizzazione nasce venti anni fa a Copenaghen in reazione ad evento razzista.

Collabora alla rivista

Sostieni la rivista